lunedì 30 aprile 2012

Jean-Michel Basquiat - "Tenore"


Basquiat, il James Dean dell'arte moderna

Figlio di padre haitiano e di madre statunitense, Jean-Michel Basquiat (1960-1988), pittore e writer di graffiti, è il nostro ospite di oggi. Morto giovanissimo all'età di 28 anni, è stato uno dei più importanti esponenti e promotori del graffitismo americano, portando alla ribalta questo modello di arte per le strade degli Stati Uniti.
A causa di un incidente in giovane età gli viene asportata la milza, e proprio nel periodo di degenza in ospedale rimase molto colpito da un testo di anatomia ("Gray's Anatomy") regalatogli da sua madre, che molto influenzerà le sue opere, quasi tutte riportanti elementi tratti dal corpo umano. Nel 1977 Jean conosce un giovane disegnatore di graffiti, Al Diaz, con il quale prende coscienza della propria vocazione artistica. I due, facendo anche uso di stupefacenti come l'LSD, iniziano a tappezzare New York di graffiti firmandosi con lo pseudonimo di SAMO (acronimo di SAMe OLd shit ,"sempre la stessa merda").
La coppia molto affiatata si scioglierà tuttavia nel 1978 per divergenze di vedute e da quel momento in poi Basquiat lavorerà sempre in proprio, conoscendo un collega al quale resterà legato per tutta la vita, Keith Haring, e lavorando anche con Andy Warhol.
Il "James Dean" dell'arte moderna (così soprannominato per la sua incredibille velocità nello scalare la montagna della fama) morirà nel 1988 a causa della sua incurabile dipendenza dalla droga, dopo aver esposto in tutto il mondo le sue opere. Il cinema lo ha ricordato nel celebre lungometraggio del 1996 "Basquiat".
Basquiat - Tenor


Posta un commento

Google+ Badge

Translate