martedì 10 aprile 2012

Fernando Botero - "Uomo e Donna"


Botero  e il quadro ideale

Direttamente dalla Colombia, nato nel 1932 a Medellìn, Fernando Botero, pittore dallo stile inconfondibile in cui i soggetti ritratti, qualune essi siano (in particolare uomini e donne) vengono rappresentati buffamente sulla tela in modo esagerato, molto voluminoso. Dietro tuttavia questa tecnica così ironica si cela comunque l'ingegno e l'intelligenza di un uomo che vuole porre agli occhi dell'osservatore i lati più buffi e spesso palesemente ignorati della condizione umana.
Sposatosi ben due volte, Botero ha lavorato a New York esponendo i suoi capolavori anche in Germania e  a Parigi. La sua arte come egli stesso sostiene, è una esplorazione ininterrotta verso il "quadro ideale": colori tenui, mai forti ed accentuati, totale assenza di ombre e colorazioni scure, che sporcherebbero la rappresentazione e il concetto stesso espresso nel quadro. E'inoltre evidente il distacco netto tra l'artista e la sua creazione: lontananza che si riflette nei soggetti riprodotti, dallo sguardo vuoto, distante, spesso inafferrabile: sono occhi che vedono senza guardare realmente qualcosa.
Botero - Uomo e Donna

Posta un commento

Google+ Badge

Translate