mercoledì 16 maggio 2012

Pablo Picasso - "Tre Musici"


Il cubismo sintetico di Pablo

Oggi ci è venuto a trovare uno dei più grandi maestri di pittura del XX secolo. Pablo Picasso (1881-1973), ha fatto dei colori la sua vita e la storia della sua persona. Già in giovane età aveva sviluppato un forte senso creativo ed artistico che aveva portato suo padre, anche egli un eccellente pittore, a regalare al figlio i propri strumenti da disegno e la tavolozza, riconoscendogli un talento incredibile. Non a caso già all'età di 14 anni Picasso fece la sua prima mostra a La Coruna. In questi primi periodi artistici le opere erano ancora piene di colorazioni vivacemente libere e particolarmente schematiche.
Picasso - Tre Musici























Nella vita privata, il maestro ha avuto numerose relazioni extra coniugali e quattro figli da donne diverse. Ma l'unica donna che decise di lasciarlo di propria iniziativa fu una giovane studentessa d'arte, François Gilot. E'proprio in quel periodo che le opere di Picasso divengono grottesche e cupe.
In questo particolare quadro, emblema secondo la critica, del cubismo sintetico dell'autore (si tratta di un movimento che vede all'interno di una rappresentazione la sovrapposizione di più figure, ottenuta con tecniche di collage o papier collé) vediamo tre figure: Arlecchino, Pulcinella e un monaco. Si può facilmente notare come l'opera, nonostante sia a due dimensioni, ne aggiunga una terza se si guarda all'intero complesso della stanza dove i tre personaggi si trovano, e che nello steso tempo la parete di sinistra è contraddittoriamente più lunga in modo non naturale di quella di destra.

Posta un commento

Google+ Badge

Translate