venerdì 15 giugno 2012

Giuseppe De Sanctis - "Il cappellino rosso"


La raffinatezza del De Sanctis

Oggi vi parlo di un bravissimo pittore napoletano, Giuseppe De Sanctis (1858-1924). Incoraggiato dal padre Cesare, un importante uomo d'affari amante della musica e dell'arte (prediligeva in particolare la musica di Giuseppe Verdi), il De Sanctis fu allievo di importanti maestri come Filippo Palizzi, Gioacchino Toma e soprattutto Domenico Morelli. Una delle sue opere più famose, "La preghiera della sera a Bisanzio" fu acquistata dal re Umberto I, mentre un altro suo dipinto "Donna fra le ortensie" è tutt'ora ammirabile nella Pinacoteca di Capodimonte.
In quest'opera raffigurante una giovane ragazza finemente vestita, un'olio su tela, emerge uno stile elegante, delicato, la cui classe richiama molto le tecniche e la visione tipica dell'esperienza di formazione parigina che il pittore ebbe nel periodo compreso tra la fine del 1800 e i primi anni del ventesimo secolo.
De Sanctis - Il cappellino rosso

Posta un commento

Google+ Badge

Translate