lunedì 8 dicembre 2014

Leonardo da Vinci - "Annunciazione"


Nulla è impossibile a Dio

Tutto inizia da qui.
Una giovane ragazza si ritrova improvvisamente eletta a diventare la Regina del Paradiso. Mentre è in casa, arriva uno sconosciuto, l'Arcangelo Gabriele, che la saluta dicendole "Rallegrati, piena di Grazia", e le dà l'annuncio: lei diventerà la mamma di Gesù, l'uomo che salverà il mondo dalla dannazione. 
Maria tuttavia è turbata, è promessa sposa a Giuseppe, un bravo falegname e sa che questo potrebbe crearle dei problemi enormi. Inoltre non sa spiegarsi come questo miracolo potrebbe ora accadere perché non ha ancora "conosciuto" un uomo nell'atto della sessualità. Ma è proprio qui che osservando l'opera del grande Leonardo, vediamo Gabriele guardare la giovane ragazza e rassicurarla dicendogli, citando le parole dell'Evangelista Luca: "Nulla è impossibile a Dio".
E Maria si fida, cambiando la storia del mondo.
Il quadro, su scala molto ampia, non è solamente incentrato sui due personaggi, ma investe uno spazio più grande ad indicare che il miracolo interessa l'intero creato e non solo Maria e Gabriele, che è ritratto mentre porge un giglio, simbolo della castità e della purezza e che ha ali non di pavone, come generalmente ritratti gli angeli, ma di uccello, secondo uno studio minuzioso che Leonardo fece dei volatili e della tecnica di volo. 
Maria invece è rappresentata su un leggio mentre alza il braccio sinistro in accettazione del suo destino, immortalata dal Genio da Vinci come simbolo di rinascita e bellezza eterna.


L'Annunciazione di Leonardo da Vinci
Annunciazione - Leonardo


Posta un commento

Google+ Badge

Translate