sabato 6 dicembre 2014

Francesco Hayez - "Il Bacio"


L’anima incontra l’anima sulle labbra degli amanti

Quanto sono belli.
Il bacio è l'unico momento in cui due persone che si amano riescono a parlarsi così chiaramente senza tirar fuori nemmeno una parola. Il bacio è già di per sé una parola, un gesto, un unione tra due persone che in un attimo condensano il loro sentimento in qualcosa che è unico e che ogni coppia può vantare come un tesoro che è solo loro e di nessun altro.
Ma il bacio è anche la ricerca dell'altro nella propria intimità emotiva e nell'abbraccio sensuale che Francesco Hayez descrive magistralmente in questa opera del 1859, epoca in cui il romanticismo italiano aveva trasformato la pittura non solo in una continua ricerca dei canoni estetici della bellezza e della perfezione dell'amore, ma anche della riscoperta della incredibile singolarità dello spazio privato e sessuale tra i due amanti.
In realtà non è facile capire il senso dell'opera: è noto infatti che Hayez simbolicamente aveva raffigurato intenzionalmente i due giovani con i colori di Italia e Francia, che proprio in quel periodo avevano stretto alleanza con gli accordi di Plombières. Ma la domanda è un altra: il giovane che bacia la ragazza con tanta passione, sta partendo per un viaggio? Tornerà? La gamba poggiata sul gradino porta a pensare ad un ultimo saluto prima di andar via per un lungo viaggio.
Inoltre la forza di questo bacio è talmente grande da confondere davanti allo stesso osservatore i colori dei vestiti così in netto contrasto. Esattamente come diceva Shakespeare, mentre contempliamo questo stupendo quadro simbolo del vero amore che tutti cerchiamo in ogni momento della nostra vita, troviamo il senso, la risposta al motivo per cui quando si ama, ogni problema appare privo di qualsiasi ostacolo:

"Se per baciarti dovessi poi andare all’inferno, lo farei.
Così potrò poi vantarmi con i diavoli di aver visto il Paradiso senza mai entrarci."
(William Shakespeare)
Il bacio di Francesco Hayez, 1859
Hayez - Il bacio

Posta un commento

Google+ Badge

Translate